La posizione dell’operatore

come sedersi? 

L’assunzione di una posizione seduta composta e impeccabile qualifica la qualità dell’operatore?

Quanto è importante questo piccolo dettaglio durante il trattamento?

La corretta posizione dell’operatore è indispensabile alla buona riuscita di questo?

Nella Riflessologia Plantare la posizione di lavoro abituale è quella seduta con il ricevente comodamente disteso su un lettino da massaggio.

Sembra strano ma sebbene l’uomo sia abituato a sedersi, tenere questa posizione statica per un’ora o più potrebbe risultare faticoso. Soprattutto per chi è alle prime armi. Il novizio pur di ben figurare tende a mantenere una posizione quasi immobile per lungo tempo creando, quasi certamente, tensioni che possono invece distrarlo.

L’attenzione dell’operatore è fondamentale, ogni distrazione può abbassare il livello qualitativo del trattamento con il risultato che il cliente non riceva un evidente beneficio ma solo uno scarico dello stress iniziale. Non che questo sia un risultato ma il metodo rpr vuole andare ben oltre.

La relazione fra un buon trattamento e la comodità dell’ operatore è molto stretta. Non è possibile dedicarsi esclusivamente alla persona trattata: il rispetto e l’attenzione verso se stessi (come operatori) deve essere sempre presente, proprio al fine di garantire un buon risultato.

Che si assuma dunque una posizione geometricamente impeccabile o invece una apparentemente scorretta, e’ necessario evitare staticità e assenza di presenza verso se stessi.
Accomodare il proprio corpo ed ascoltare le proprie esigenze, correggendo la propria posizione, permetterà di dedicarsi meglio al proprio cliente.

Se si impara a prendersi cura di sè stessi lo si potrà fare anche di altri. Non trovate?

Il suggerimento quindi, per tutti gli operatori del settore non solo della Riflessologia Plantare Relazionale, è di non preoccuparsi eccessivamente della posizione, ma cercare di capire e gestire sempre meglio le esigenze del proprio corpo.

Questo aspetto è costantemente monitorato durante la formazione degli operatori del metodo relazionale, che apprendono così nel corso del tempo come mantenere una posizione adeguata per raggiungere degli ottimi risultati, salvaguardando e rispettando la propria salute.

Alla prossima

Valentina

Trattamento Base Gratuito

Registrati per accedere

ai contenuti gratuiti

 

scopri tutte le Problematiche analizzate

La Riflessologia Plantare Relazionale non vuole in alcun modo sostituirsi ai tradizionali metodi di cura.

Tutte le informazioni e pratiche contenute nel sito sono quindi da intendersi come complementari alla medicina convenzionale e specialisti del settore.

Dott.ssa

Valentina Vitolo

Laureata in Tecniche Psicologiche

Insegnante di Riflessologia Plantare Relazionale come Libero Professionista

Sede legale:

Via Rina de liguoro 18, 00139 Roma

PI. 12384341009

Info line

+ 39 347 63 48 818

Scopri il Libro

Chi è Valentina Vitolo

Share This