fbpx

Che cos’è la Riflessologia Plantare

e quali sono i benefici

La Riflessologia Plantare può essere considerata come un mezzo, attraverso il quale il praticante o il ricevente può acquisire conoscenze (teoriche e pratiche), per gestire in maniera ottimale la propria vita.

trattamenti olistici vengono il più delle volte considerati come un sostitutivo alla figura medica e alla somministrazione del “dannoso” farmaco. Ciò però non fa brillare di gloria le arti e gli operatori  olistici: se i loro trattatamenti risultano essere inefficaci essi vengono immediatamenteconsiderati “demoni” e/o “impostori”. Giudizi dettati quasi esclusivamente da scelte emotive.

L’Uomo ordinario  vuole soddisfare i suoi desideri nei tempi e nei modi per lui più comodi …e senza ostacoli o sacrifici.

Il che  tradotto nei comportamenti comuni e nelle nostre abitudini sociali equivarrebbe a dire: “essere magri tutta la vita mangiando quello che si vuole (nel bene e nel male)”.

Questo livello di ignoranza è uno dei fattori che rende l’Uomo manipolabile su tanti fronti.

Non trovi che chiedersi se le esigenze che hai tutti i giorni sono reali e non indotte sia una domanda normale da porsi !? Pensa solo all’alimentazione:  sapevi che il nostro corpo è stato abituato a mangiare ad orario? Anni e anni di allenamento hanno creato una forte abitudine! Hai mai provato il vero senso della fame? Quest’ultimo per essere richiamato necessita di un digiuno di almeno un giorno.

Tornando al discorso olistico, non si dovrebbe in alcun modo  considerare i trattamenti olistici in chiave sostitutiva ed esclusiva di altre scelte.

Tutto deve essere integrato … non solo bianco o solo nero.

E’ necessario partire da una base di consapevolezza, che porta a considerare il benessere come un qualcosa  proveniente da un soggetto  diverso da chi ne ha bisogno : se si sta male si va dal medico, se si è stressati si va a partecipare ad una lezione di yoga o a farsi fare un trattamento rilassante.

Attenzione non c’è niente di male in questi comportamenti, ma vi propongo di avere una piena autonomia e il controllo del vostro quotidiano.

L’essere autonomo dovrebbe essere la base su  fondare la salute dell’individuo e conseguentemente della società in cui vive.

L’Uomo è un essere interattivo con dei momenti di forza e altri di debolezza, alterna stati di serenità a quelli di malcontento; saper individuare questi stati, queste sfumature renderà la sua vita migliore sotto tutti i punti di vista.

Il benessere dunque è qualcosa che va oltre quei singoli momenti di pausa che ci si può concedere durante la giornata e/o i grandi periodi di ferie durante l’anno.

L’Obiettivo è stare bene sempre e ovunque; ciò è attuabile cambiando il punto di vista e la base di partenza.

 

Come massaggiare con la Riflessologia Plantare

 

Non sarebbe corretto definire semplice massaggiatore l’operatore di Riflessologia Plantare Relazionale .

Il massaggiatore, come tutte le figure moderne che toccano il corpo, tendono a  lavorare sul corpo inteso come insieme di muscoli, ossa e  organi rimanendo strettamente legati all’aspetto fisico.

 La Riflessologia Plantare va molto oltre .

Lo sapevi che dal piede si possono raggiungere parti del corpo lontane? Questo permette all’operatore di lavorare in chiave psicosomatica e di avere, attraverso un percorso di studio approfondito, gli strumenti giusti per usare le sue mani in modo corretto con le giuste motivazioni teoriche.

 

Come praticare la Riflessologia Plantare

Conosci la sua applicazione al corpo tramite lo Yoga e il Qi Gong?

E’ vero che la Riflessologia Plantare è un’arte praticabile anche come auto trattamento, ma ci sono tecniche che vale la pena applicare attraverso altri contesti per renderle più efficaci.

Lo Yoga e il Qi Gong sono tecniche millenarie che mirano con una progressiva consapevolezza a migliorare, attraverso il lavoro sul corpo, l’uomo nel suo insieme.

Come funziona la Riflessologia Plantare

La somiglianza di forma è la spiegazione che il metodo Relazionale vuole inizialmente utilizzare per collegare piedi e corpo.

Nel cervello esiste un riconoscimento automatico che attraverso le aree senso-motorie, a livello corticale,  associa la forma del piede alla forma del busto umano.

Come fare la Riflessologia Plantare

L’Operatore RPR ha diversi modi di praticare la Riflessologia Plantare. Come luogo più comodo sicuramente sceglierà  il lettino, così da mettere comodo il cliente.

Se non si dispone di questo si può utilizzare il letto, un divano, anche una sedia (limitando però i tempi).

La sua versatilità lo rende un trattamento unico, sempre a portata di mano, che permette di risolvere e/o essere di supporto alle problematiche comuni di ogni tipo.

Quando usare la Riflessologia Plantare

Non vi sono controindicazioni se non quella di saper valutare la condizione della persona che si vuole trattare. Il trattamento consente che corpo, ritornando alla pienezza delle sue capacità, si liberi delle tossine che lo inquinano.

In generale la si può utilizzare sempre: come tonico dopo una stancante giornata grazie a determinate manovre di potenziamento, oppure  con tecniche “pacificanti”  come metodo per eliminare lo stress che si è accumulato durante il lavoro 

Perché usare la Riflessologia Plantare?

I motivi per cui vogliamo utilizzare la riflessologia plantare sono diversi: sicuramente possiamo eliminare infiammazioni, dolori non cronici, armonizzando il corpo senza l’ausilio di prodotti esterni.

Nel tempo il corpo tornerà autonomo e in grado di affrontare tutte le  situazioni/condizioni esterne che in precedenza non riusciva a  gestire.

In caso di patologie gravi è possibile affiancare la riflessologia plantare ai trattamenti convenzionali  necessari.

Risvegliando i piedi vengono riattivati nel tempo tutti i meccanismi naturali che la nostra mente ha col tempo dimenticato come conseguenza dei meccanismi sociali e dei nostri comportamenti

Molti sono i fattori che determinano i vari blocchi multidimensionali che ci portiamo dentro.

Cosa cura

L’Operatore RPR si dedica, nella parte di analisi dei piedi, a determinare il tipo di problematiche eventualmente esistenti

Il metodo Relazionale dedica particolare attenzione all’analisi dei piedi per modellare dei trattamenti specifici.

In caso di patologie durature  può essere d’aiuto nel percorso terapeutico; per momentanei squilibri (febbre, influenza) mette il corpo nelle condizioni di superare al meglio il momento critico.

Cosa serve

Può essere utilizzato come aiuto, supporto o cura di tutti quegli stati d’animo e fisico alterati. Oltre alla risoluzione delle varie problematiche il metodo Relazionale deve essere visto anche  come un mezzo per iniziare o arricchire il proprio percorso di crescita personale.

 La consapevolezza che si acquisisce durante i trattamenti permette, alla persona che li riceve, di migliorare giorno dopo giorno la sua condizione generale.

Chi pratica

Tutti possono praticare l’arte della Riflessologia Plantare, l’Accademia RPR mette a disposizione corsi professionali e amatoriali per tutte le esigenze.

La flessibilità e la praticità dei corsi permette a tutti di accedervi e potersi immergere in questo mondo.

Questo trattamento in teoria dovrebbe essere conosciuto da tutti in modo che ciascuno possa collaborare al miglioramento della qualità della vita in ogni ambito sociale e familiare.

Tutti possono praticare , è richiesta solo la volontà di agire e di comprendere.

Quale Riflessologia Plantare si deve scegliere?

Nel corso dei millenni la Riflessologia Plantare è stata oggetto di svariate interpretazioni, tutte accumunate da una premessa: lavorare  l’intero corpo utilizzando una via riflessa. Da questo “misterioso” collegamento tra piedi e corpo sono state create differenti teorie e pratiche che vogliono arrivare ad applicare un buon proposito: dare benessere all’uomo.

Tutte funzionano secondo modalità diverse e tutte possono essere potenzialmente valide.

Quello che è saggio e corretto fare è verificare la modalità di lavoro: la strategia con la quale queste vengono applicate. Lo sai che ognuno di noi ha dei canali di sfogo destinati alle operazioni di pulizia del corpo? I sintomi solitamente sono solo delle manifestazioni superficiali e la causa del problema potrebbe non essere lì?

Il mal di testa, il mal di stomaco sono manifestazioni di disagi, ma da dove provengono? Emotivamente cosa può essere successo? La Riflessologia Plantare Relazionale si occupa dell’Uomo nella sua interezza e nelle connessioni che esistono all’interno di esso e delle sue interazioni con l’esterno. Lo scopo è quello di analizzare per quanto più possibile le più probabili associazioni.

Dove fare Riflessologia Plantare a Milano

Milano è una città molto movimentata e rispetto le altre città è quella dove sono presenti molti più operatori olistici. Molte le associazioni e le attività organizzate da queste, si spazia in tutti gli ambiti. L’Accademia RPR pratica i suoi corsi di Riflessologia Plantare in diverse sedi a Milano. Svolgiamo i nostri corsi presso le sedi di diverse associazioni: in viale monza presso l’Associazione Semidise, in C.so di porta nuova presso l’Associazione Afrodite, a Desio in p.zza Don giussani presso Kundalini benessere. La nostra scelta è sempre quella di selezionare luoghi dove la Riflessologia Plantare non stoni e ci sia disponibilità a collaborare. 

Dove fare Riflessologia Plantare a Roma

Roma è una città grande per questo la sua nota negativa è proprio l’essere troppo dispersiva. Questo elemento impedisce molto spesso chi abita in periferia per raggiungere la sede. A parte la motivazione personale, i nostri corsi sono proposti nelle domeniche proprio per agevolare le persone a partecipare. Domenica non c’è traffico e il conosciuto problema del parcheggio viene eliminato. Via nemorense infatti durante la settimana è una zona non molto praticabile per il posteggio auto, ma di domenica vi risulterà molto pratico raggiungere la sede dell’Associazione Manipura.

Dove fare Riflessologia Plantare a Reggio Emilia

Reggio Emilia è una città comoda e pratica da girare, qui l’Accademia RPR ha trovato il proprio appoggio nell’Associazione Aura Blu, dove gentilezza e cortesia sono di casa. Infatti presso il centro Aura Blu si possono trovare, oltre agli operatori di Riflessologia Plantare del metodo Relazionale, tante possibilità di sperimentare altri trattamenti, come ad esempio il Massaggio Ayurvedico. E’ possibile praticare Yoga e tanto altro ancora. I nostri corsi sono attivi dal 2018 e continueranno ad esserci, in quanto la nostra Accademia vuole promuovere questa divulgazione in questa zona.

 

Dove fare Riflessologia Plantare nel Lazio

Tutta la regione Laziale, confrontata con le regioni dell’alta Italia, risulta essere maggiormente dispersiva. Sebbene questa sia favorita da un clima più mite riferito sempre al precedente confronto, lo stress e tutte le situazioni ad esse collegate sono sempre uguali. Il laziale forse vede con più rassegnazione il discorso lavorativo e somatizza infatti in modalità diversa rispetto ai nordici. Ma questo perché c’è alla base una vera mancanza della cura del proprio essere. Solo questa mancanza porta un iniziale e sempre pessimo malcontento. Le nostre tecniche sono mirate a risolvere alla base questa problematica che da poi l’inizio a tutte le altre possibili situazioni distoniche. Recuperare la vitalità è la prima cosa da farepoi bisogna apprendere come gestirla e stare sempre meglio.

Dove fare Riflessologia Plantare nella Lombardia

La Lombardia è un territorio ricco con città sempre più disponibili. Lo sai che vicino Como puoi ricevere trattamenti di Riflessologia Plantare Relazionale direttamente dalla fondatrice del metodo RPR? Con i suoi incredibili risultati potrai godere subito dei benefici dei trattamenti RPR, specifici per te e per tutti quelli a cui suggerirai di provare questa arte.  Attraverso il sito è possibile prenotare un trattamento, fare l’analisi dei piedi e ricevere dei consigli a 360° proprio specifici per te. Questo è possibile perché la Riflessologia Plantare Relazionale trova minimizzante il limitare il trattamento solamente ai piedi. Infatti il trattamento RPR arriva a tutti i livelli e interessa tutti i campi d’interazione per la persona che decide di sottoporsi ad uno o più cicli di trattamento.

Dove fare Riflessologia Plantare in Italia

In Italia si vanno sempre più diffondendo le Discipline Olistiche, con l’intento di promuovere un metodo alternativo alle cure convenzionali offerte dal nostro mondo sociale. Quella che si sta portando avanti è un’opera di sensibilizzazione su tutto il territorio, dove “prendersi cura di se” ha un significato completamente contrapposto a quello che conosciamo. I corsi di tengono in diverse sedi e per vedere tutto il dettaglio del corso ti suggerisco il link del calendario.

Rimani aggiornato

Per inviarci i tuoi dati occorre accettare la privacy-policy

Valentina Vitolo

Insegnante di Riflessologia Plantare Relazionale - Libero Professionista

Sede legale: 

Via Rina de liguoro 18, 00139 Roma

PI. 12384341009

Info line

+ 39 347 63 48 818

Scopri il Libro

Chi è Valentina Vitolo